Ornella-Striani-Nicola-Neto-Premiazione-LFF

Per la 14esima edizione del “Lecce Film Fest – Festival del cinema invisibile”, promossa dal Cineclub Fiori di Fuoco vince un documentario che ripercorre un periodo drammatico della storia italiana che va dalla strage di Piazza Fontana all’omicidio di Aldo Moro. Si tratta di “Italia 70 – 10 anni di piombo” di Omar Pesenti, un lavoro realizzato attraverso ricostruzioni e testimonianze, di chi ha vissuto quella stagione, segnata dal sangue tra bombe, attentati, stragi e rapimenti.

Il documentario è stato selezionato dalla giuria “tecnica” composta da Demetrio Salvi (regista, sceneggiatore e direttore didattico della Scuola di Cinema “Sentieri Selvaggi”), Daniele Clementi (presidente Unione Italiana Circoli dei Cinema) e Franco Farina (giornalista) e da quella “popolare” del pubblico votante.

La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 4 gennaio nell’Auditorium del Museo Castromediano di Lecce. In quell’occasione è stato consegnato anche il Premio Cineclub, assegnato dai direttori artistici Nicola Neto e Ornella Striani, al cortometraggio di animazione “Autumn of the nations” del compositore, artista multimediale e sound designer Cesare Saldicco, un film che sintetizza, con asciutta ironia e senza concessioni, la condizione attuale dell’universo umano, utilizzando una grafica consapevole del passato ma immersa nel flusso sonoro del futuro già presente.

Il Lecce Film Fest è organizzato dal Cineclub Fiori di Fuoco in collaborazione con il Polo Biblio-Museale di Lecce e l’Unione Italiana Circoli del Cinema, con il patrocinio e il contributo del MIBACT – Direzione Generale Cinema e il partenariato di Coop Alleanza 3.0. nell’edizione 2019 sono stati proiettati 59 tra film e corti di animazione, fiction e documentari selezionati tra i 1750 partecipanti al concorso.